Sono Rebecca Riccobono e Andrea Bonaccini i migliori talenti del fashion design selezionati da Twinset e Crea Solution

Share

 

 

Si è concluso il concorse BEST DEIGNER CONTEST, in cui gli studenti degli istituti di moda Deledda e Vallauri si sono sfidati nella realizzazione di figurini e sketch di moda partendo dai capi 3D realizzati da Twinset per il Red Carpet. La sfida consisteva proprio nel realizzare diversi figurini a colori e plat senza mai poter visualizzare i prototipi reali. Stilisti e modellisti di Twinset, guidati da Carlo Barbieri che è stato il promotore di questo progetto, hanno selezionato assieme a Crea Solution Rebecca Riccobono, dell’istituto Cattaneo-Deledda, e Andrea Bonaccini, dell’istituto Vallauri, come i migliori giovani designers. Le due giovani promesse oltre che al titolo BEST DESIGNER 2021 hanno ricevuto una licenza Create, CAD per la modellistica abbigliamento utilizzato da tutte le modellisti di Twinset per realizzare prototipi e collezioni.

 

TWINSET

TWINSET

Di seguito l’intervista ai vincitori ed il loro portfolio :

INTERVISTA AD ANDREA BONACCINI

 

Ciao Andrea, complimenti per la vincita del concorso, da dove nasce la tua passione per la moda?

In realtà non si può parlare di una vera passione per la moda quanto più di attenzione e osservazione innata dei dettagli e dei particolari delle cose che mi circondano e che spesso gli altri non notano.   Mi piace cercare di realizzare quelle che credo siano le mie capacità creative.

Ti è sembrata una esperienza stimolante quella del concorso Best Designer Contest?

Il concorso Best Designer Contest è stato una bellissima esperienza e una grande opportunità, che ha dato modo di dimostrare le abilità di ognuno, è stato interessante vedere l’originalità delle diverse interpretazioni che ognuno ha dato degli abiti.

Come ci si sente ad essere stati selezionati da una grande casa di moda come Twinset come i migliori designer?

Partendo dal presupposto che non credevo di poter arrivare tra i finalisti, essere selezionato da un grande casa di moda quale la Twinset, oltre ad essere stato più che un onore, mi ha dato la forza di avere più fiducia in me stesso.

E’ stato semplice o complicato creare degli sketch partendo da un modello 3D?

Non ho trovato particolari difficoltà nel realizzare gli sketch, se non per la pressione della mole di lavoro dettato dagli impegni scolastici di fine anno. E’ stato, anzi, l’opportunità di applicare le tecniche imparate in questi anni di scuola.

Che tipo di carriera di piacerebbe intraprendere?

Mi piacerebbe potermi impegnare in un lavoro che mi permetta di continuare a crescere professionalmente esprimendo la mia creatività.

Dove ti vedi tra 10 anni ?

Tra dieci anni mi piacerebbe lavorare con l’entusiasmo e la continua voglia di imparare di chi prova grande soddisfazione in ciò che fa.

 

 

 

 

INTERVISTA A REBECCA RICCOBONO

 

Ciao Rebecca, complimenti per la vincita del concorso, da dove nasce la tua passione per la moda?

Non saprei spiegare quando o come questa mia passione sia nata, ha sempre fatto parte di me da che ho memoria. Sin da piccolissima ho preteso di scegliere da sola cosa indossare e ero sempre in giro per casa alla ricerca di tessuti per creare nuovi abiti per le mie bambole che io consideravo manichini. Non sono in grado di spiegare o ricordare quando è venuta all’esistenza questo amore, ma quello che so è che continuerà ad accompagnarmi crescendo sempre di più.

Ti è sembrata una esperienza stimolante quella del concorso Best Designer Contest?

Sì lo è stata, senza dubbio. Un nuovo modo per mettersi in gioco, una nuova opportunità da cui imparare qualcosa. E’ stato uno stimolo perché mi ha indotto a provare, provare sempre al meglio delle nostre potenzialità senza aspettarsi nulla ma cercando solo di essere soddisfatti del risultato.

Come ci si sente ad essere stati selezionati da una grande casa di moda come Twinset come i migliori designer?

Più che contenta! Contenta di me stessa, cosa per me rara visto che tendo ad essere una perfezionista.

Pretendo sempre molto da me stessa, quindi quando raggiungo gli obbiettivi che mi sono prefissa, mi sento appagata e serena. Sono davvero grata di avere potuto partecipare al contest, ma lo sono ancor più per essere stata selezionata vincitrice: io scelta tra tanti altri, da un’icona come TWINSET. Ho tanta voglia di imparare e mettermi alla prova, sperimentare e migliorare ancora.

E’ stato semplice o complicato creare degli sketch partendo da un modello 3D?

Direi che è stato qualcosa di nuovo; proprio per questo è stato interessate. Ha richiesto l’integrazione di nuove strategie alle abilità già acquisite. Ha comportato un processo di adattamento e quindi di crescita in qualche modo; e crescere non è mai facile. Ma è proprio questo il bello.

Che tipo di carriera di piacerebbe intraprendere?

Dovrò ammettere che per me la parola Carriera ha sempre avuto un significato enigmatico. Anche se desidero che la moda sia il mio lavoro, non sono in grado di dire se sarà la mia carriera.

Potrò forse sembrare poco ambiziosa, ma io credo che la vita sia una questione di equilibrio e priorità, proprio per questo non sarò mai disposta a sacrificare cose importanti come famiglia, salute e valori morali per fare carriera. Vorrei essere conosciuta come una persona, gentile, onesta, altruista, gioiosa, determinata; non solo per le mie capacità o il mio lavoro.

Dove ti vedi tra 10 anni ?

Tra 10 anni, io mi vedo come una giovane donna indipendente e con la sua stabilità.

Non so che lavoro farò tra 10 anni, ma sono decisa a scegliere sempre qualcosa che amo, e che sia in armonia con i miei ideali e il mio stile di vita. La mia filosofia è questa: Lavorare bene ed essere soddisfatti del proprio lavoro, senza però aspettarsi nulla. Così si possono ricevere bellissime sorprese.